Vaccino antinfluenzale: chi può o non può prendere?

Risposta esperta:

Tutte le persone di età superiore ai 6 mesi può prendere il vaccino antinfluenzale Chi non può prendere allergico alle proteine ​​dell'uovo, che viene utilizzato nella produzione del vaccino.

Persone che hanno avuto reazioni avverse precedenti dosi del vaccino antinfluenzale o sono allergico a uno qualsiasi dei suoi componenti, dovrebbe consultare un medico per valutare il beneficio del rischio di essere vaccinati.

Anche se praticamente tutti possono prendere il vaccino antinfluenzale (tranne per le eccezioni spiegate in precedenza), ci sono alcuni gruppi a rischio campagne di vaccinazione.

Questi gruppi, come determinato dall'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), rischio di contrarre la forma più grave di influenza, che può progredire in polmonite e persino portare alla morte. Fanno parte di questo pubblico di destinazione:

  • Bambini di età superiore a 6 mesi e inferiore a 5 anni;
  • Individui di età pari o superiore a 60 anni;
  • Operatori sanitari;
  • Popoli indigeni;
  • Donne incinte;
  • Puerperas (donne entro 45 giorni dalla consegna);
  • Persone private della loro libertà;
  • Personale della prigione;
  • Pazienti con malattie croniche non trasmissibili o con particolari condizioni cliniche (problemi respiratori, cardiaci, renali, epatici e neurologici, diabete, obesità, bassa immunità, pazienti trapiantati).

Potresti anche essere interessato ai seguenti articoli: Posso prendere il vaccino antinfluenzale se ho l'influenza? Vaccino antinfluenzale: quali sono le possibili reazioni o effetti collaterali? C'è qualche medicina che può avere effetto dal vaccino antinfluenzale?

il obiettivo del vaccino antinfluenzale è quello di evitare casi gravi e morti, e non eliminare la trasmissione del virus. Da qui la priorità nel vaccinare i gruppi più vulnerabili alle complicazioni e alle morti.

il La maggior parte dei casi di influenza è lieve e si risolve spontaneamente., senza sequel o problemi importanti. Tuttavia, in questi gruppi a rischio, la condizione può complicare e progredire verso altre gravi malattie, come la polmonite batterica.

Il medico di famiglia o il medico di medicina generale può chiarire ulteriori domande e consigliare al paziente se prendere o meno il vaccino antinfluenzale.